Ricette

Ecco a voi una bella ricetta
Ripensando alle festività natalizie ci è venuta nostalgia dei piatti squisiti che abbiamo mangiato… vorremmo sempre mangiare raffinatezze, ma stando anche leggeri! Un’ottima via di mezzo tra gusto e leggerezza è questa #ricettina di qualche tempo fa dello chef Camer in collaborazione con Galletto Vallespluga, che trovate anche qui:

 

INGREDIENTI:

  • 2 Galletti Vallespluga 600g cad.
  • 200g di pomodorini
  • 100g di peperoni gialli
  • 100g di peperoni rossi
  • 200g di zucchine
  • 200g di melanzane
  • 200g di broccolo
  • 200g di carotine
  • 1 spicchio d’aglio
  • 10g di curcuma
  • 50g di miele
  • Sale grosso q.b.
  • Sale&pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva
  • Rosmarino
  • Basilico
  • Prezzemolo
  • 4 barattoli da cottura da 0,5l cad.

PROCEDIMENTO:

Pulire e mondare le verdure tagliandole in tocchetti di circa 1cm per lato e disporle sul fondo dei barattoli sovrapponendole in maniera alternata e condire con sale grosso.
Dividere in quattro parti uno spicchio d’aglio avendo cura di togliere l’anima, metterne un pezzo per barattolo.
Disossare con cura i petti e le cosce dei Galletti Vallespluga, condire con olio, sale, pepe e aromi e disporle nella parte alta dei barattoli.
Chiudere i barattoli ermeticamente e riporli in forno preriscaldato a 200°C per 15-17 minuti. Una volta terminata la cottura, impiattare a piacere o servire direttamente nel barattolo.
Infine preparare la salsa di accompagnamento: usare due cucchiai del fondo di cottura delle verdure e scaldarli con il miele e la curcuma. Cuocere fino ad ottenere una salsa omogenea.

NB  Il prodotto può essere tolto dal forno, ben raffreddato in acqua fredda e conservato in frigorifero, rigorosamente chiuso, per 15 giorni.

La #ricettasassella di oggi è una ricetta dedicata agli asparagi.

Il gusto dell’asparago evoca il sapore del carciofo; quando è fresco ha un sentore di spiga di grano matura.
In cucina si utilizzano germogli verdi o bianchi: gli steli dovrebbero essere duri, flessibili, resistenti alla rottura, dello stesso spessore e con le punte ancora chiuse, la base deve essere mantenuta umida, per mantenere il prodotto fresco.

Per la preparazione, occorre tagliare le estremità legnose dell’asparago e, a seconda della tipologia, togliere eventualmente la pelle bianca fino a 4 cm sotto il germoglio od oltre nel caso di asparagi vecchi o particolarmente grandi. I cuochi più esigenti prima della cottura li immergono in acqua gelida e talvolta la pelle viene aggiunta all’acqua di cottura e rimossa solo alla fine poiché ciò, secondo alcuni, ne preserverebbe il gusto.

UOVO IN CAMICIA SU CROSTINO AL BURRO CON TARTUFO E ASPARAGI

Tipologia: Antipasto
Dosi: 4 persone
Tempo di preparazione: 30 minuti

INGREDIENTI:
500g di Asparagi
4 uova
4 fette di pane di Segale
10g di Aceto di vino bianco
1 Tartufo nero
Sale grosso q.b.
Burro q.b.
Sale e Pepe q.b.

PROCEDIMENTO:
Cominciamo a pulire gli asparagi lavandoli sotto acqua corrente, tagliamo le estremità violacee e peliamo il gambo, con un pelapatate, partendo 4cm sotto l’estremità delle punte. Cuociamo gli asparagi a vapore per 15 minuti. Nel frattempo scaldiamo il pane nel forno in modo da renderlo croccante.

Passiamo ora alle uova in camicia. Vi chiederete quale sia il segreto per farle perfette, senza che il tuorlo fuoriesca e con una cottura ad hoc. Ecco svelato il segreto!
In una pentola capiente versate l’acqua, l’aceto, il sale e portate ad ebollizione. Quando l’acqua comincia a bollire abbassate la fiamma e cominciate a mescolare con una frusta in modo da creare un vortice. Rompere l’uovo e cuocerlo per 2 minuti, scolarlo, salarlo e metterlo su una base piana.

Passiamo ora all’impiattamento: adagiate gli asparagi sul fondo del piatto, conditi con un filo d’olio extravergine, posizionatevi sopra un crostino di pane spalmato di burro e infine l’uovo in camicia. Concludiamo con una macinata di sale, una di pepe e qualche lamella di tartufo. L’antipasto è in tavola!

Seguici sui nostri social!

seguici su facebook seguici su instagram

Metti un like!